TELECAMERE INTELLIGENTI PER LA SICUREZZA E LA PREVENZIONE DEL CONTAGIO DA COVID-19 SI INIZIA DA PIAZZA MUZII E PIAZZA PRIMO MAGGIO

104886991_4270093293031331_3460026089563494539_o

#Pescaracittàsicura #Pescaracittàintelligente E’ solo il primo passo di un progetto che intende alzare l’asticella della prevenzione del contagio e della sicurezza iniziando da due aree particolarmente sensibili della città quali piazza Primo Maggio-Largo Mediterraneo e quella della cosiddetta movida, in particolare piazza Muzii e vie circostanti. Questa mattina l’amministrazione comunale di Pescara ha infatti presentato l’installazione di otto telecamere intelligenti sulla spiaggia libera prospiciente il monumento “La Nave di Cascella”, mentre altre 18 saranno poste a servizio della videosorveglianza e della sicurezza degli spazi pedonali che caratterizzano tutto il quadrilatero di strade intorno al mercato coperto del centro cittadino. All’incontro, svoltosi proprio in Largo Mediterraneo, erano presenti il sindaco Carlo Masci, il comandante della Polizia Municipale Danilo Palestini e il dirigente del settore Innovazione Paolo Santucci.
105960532_4270093466364647_188830826587671013_o
105809916_4270093139698013_3301715513632240868_o

Noi abbiamo puntato fin dall’inizio – ha detto il sindaco Masci – sull’innovazione e sull’utilizzo della tecnologia per migliorare la qualità della vita e la sicurezza dei cittadini. In questo caso facciamo ricorso all’intelligenza artificiale per il monitoraggio delle presenze sulla spiaggia libera in centro e nella zona del mercato di piazza Muzii. Allo stesso tempo vi è un’estensione e un potenziamento della videosorveglianza nella zona di p.zza Muzii, anche alla luce dei recenti episodi di violenza. Si tratta – in quest’ultimo caso – di strumenti estremamente evoluti che hanno lo scopo di fornire un supporto importante al lavoro delle forze di polizia che comunque già sono presenti in modo massiccio, nel week-end in particolare, in quella zona della città dove molto alta è la presenza di locali, pub e ristoranti e quindi il rischio di assembramento è più rilevante. Chi è abituato a comportarsi in modo corretto e civile, a rispettare le regole che ci sono e che quindi vanno applicate non avrà evidentemente difficoltà rispetto a un’azione che mettiamo in campo nell’interesse di tutti. A quanti invece intendono comportarsi in maniera illecita va rivolto l’invito a capire che ora saranno sorvegliati, individuati ed evidentemente sanzionati tutti coloro che porranno in essere condotte contrarie alle leggi e al senso della civile convivenza. Un processo che non va però inteso come una modalità repressiva ha inteso sottolineare il comandante della polizia municipale Danilo Palestini secondo il quale l’iniziativa dell’amministrazione si rivolge a tutte le tipologie di utenza che frequentano l’isola pedonale, siano essi giovani, famiglie o turisti. La città va sempre tenuta a un livello importante di sicurezza e questo deve coinvolgere il senso di responsabilità di tutti, titolari delle attività, cittadini e residenti. In questo modo, proprio grazie anche al ricorso alla tecnologia la prevenzione di azioni delinquenziali sarà ancor più efficiente.