PUBBLICA INCOLUMITA’

PUBBLICA INCOLUMITA'

Di cosa si occupa:

Il Nucleo di Pubblica Incolumità della Polizia Municipale è competente all’accertamento della ottemperanza alle prescrizioni impartite dai VV.FF. , dal Sindaco o dal Servizio Protezione Civile e Pubblica Incolumità . Svolge funzioni di polizia giudiziaria su delega dell’A.G. per reati connessi con eventi che interessano la pubblica o privata incolumità.

cartello-multisimbolo-divi

Responsabile

Magg. Donatella DI PERSIO

Ubicazione: stanza 24 primo secondo

pec: protocollo@pec.comune.pescara.it

telefono: 085.3737235

Ricevimento del Pubblico

Martedì: dalle 9 alle 12:00

 

LA TUTELA DELLA PUBBLICA E PRIVATA INCOLUMITA’

 

In fase di progettazione e realizzazione di un’opera occorre tenere conto di una

serie di fattori :

– La tipologia di sollecitazioni alle quali l’opera può essere sottoposta, variano a seconda di

dove la si intenda realizzare (sismicità, carico neve, terreno, vento, geologia, interferenze con

infrastrutture esistenti, ecc..)

– Il tipo di reazioni dell’opera alle sollecitazioni previste

– La tipologia dei materiali utilizzati

– La sicurezza d’uso

– Salubrità ecc.. ecc..

Gli eventi dai quali conseguono pericoli per la pubblica e privata incolumità

 

L’opera ha una vita paragonabile a quella di un essere vivente: nasce, ha una giovinezza, una mezza età, una vecchiaia e per finire una morte. Come un essere vivente viene visitata,

curata, viene sottoposta addirittura a trapianti.

 

 

LA QUALITA’ DELL’INTERVENTO DECIDE LA VITA FUTURA DELL’OPERA

PER L’ASPETTO QUALITATIVO DELLA VITA (dell’opera) PER LA SICUREZZA (degli utilizzatori)

 

Come se non bastasse la normale usura causata dal trascorrere del tempo intervengono elementi interni ed esterni. .L’azione prodotta da questi elementi possiamo paragonarla a quella di virus, traumi o tumori che colpiscono un essere vivente agiscono sull’opera alterandone le caratteristiche iniziali

 

Provenienti dall’esterno

– Eventi meteorologici di eccezionale intensità (neve, temporali, vento)

– Terremoti

– Inondazioni

– Frane e cedimenti del terreno

– Repentini sbalzi di temperatura traumatici per i materiali

– Rottura di condotte stradali (idriche e fognarie)

– Interferenza della vegetazione (radici)

– Incidenti (caduta di gru, urti di veicoli)

 

Provenienti dall’interno

sono per lo più dovuti a interazione di residenti e/o terzi soggetti generalmente derivano da

incuria, disattenzione, cattiva qualità degli impianti, dolo

– Incendi

– Allagamenti interni di appartamenti

– Incidenti

– Cattiva esecuzione di lavori interni

Dall’azione dei fattori appena elencati di uno solo di essi oppure di due o più simultaneamente derivano conseguenze che possono generare pericoli più o meno gravi per la pubblica e privata incolumità

 

 

ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE E SOGGETTI COINVOLTI

a livello provinciale la Tutela della Pubblica e Privata Incolumità è in capo a

 

 UFFICIO TERRITORIALE del GOVERNO

(Prefettura – Prefetto)

 

al cui interno è stata costituita

 

AREA V – PROTEZIONE CIVILE

ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE

(RAPPRESENTAZIONE SINTETICA)

U.T.G.

 

esercita la sua funzione sul territorio intervenendo e controllando attraverso Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco all’interno di ciascun Comune il Sindaco

 

VV.FF.

 è la struttura a disposizione dell’U.T.G. per eseguire gli interventi di emergenza per interventi di emergenza si intende tutto ciò sia necessario attuare nell’immediato per preservare l’incolumità e la vita delle persone nel momento di crisi, sia nel caso di grosse calamità naturali, sia nel caso di eventi di livello inferiore, che vengono affrontati mediante:

– rimozione di elementi che costituiscono pericolo immediato

– delimitazione delle aree esposte al pericolo

– allontanamento delle persone

 

IL SINDACO

 è la figura delegata dall’U.T.G. all’applicazione di tutte quello che concerne l’aspetto tecnico e amministrativo successivo all’emergenza.

Spetta quindi al Sindaco, esaurita la prima emergenza (intervento dei VV.F. / Protezione Civile) adottare tutte le misure volte alla definitiva messa in sicurezza dei luoghi  mediante il Servizio Protezione Civile e Pubblica Incolumità.